Le auto meno affidabili di sempre: non comprarle se non vuoi “rovinarti” dal meccanico

Comprare una di queste automobili, secondo una fonte autorevole, significa passare dei guai e spendere lo stipendio da meccanico e carrozziere senza nessuna pietà. Ecco quali vetture non passano il test di affidabilità.

In questa lista troveremo delle auto che secondo una fonte piuttosto attendibile….ecco diciamo che non sono proprio il top dell’affidabilità. Naturalmente, non intendiamo mancare di rispetto o diffamare alcun marchio, solo riportare quello che i clienti – o comunque una buona fetta di clientela di questi brand – pensa delle vetture che hanno comprato e che non li hanno lasciati particolarmente soddisfatti.

Buttare Canva 22_12_2022 MondoFuoristrada.it
E il meccanico gode (MondoFuoristrada.it)

Una spesa evitabile

Svelti, pensate alla spesa più fastidiosa riguardante l’auto che possa capitarvi di affrontare. Non ci riferiamo al Bollo Auto questa volta ma al meccanico che, purtroppo per chi guida, oltre a richiedere spesso molto denaro nel caso di guasti enormi e difficili da riparare, deve inevitabilmente privare il cliente della vettura per un dato periodo di tempo nel frattempo che risolve il problema.

Basandoci su questa affermazione, scegliere un’automobile diventa un po’ un gioco a chi compra la macchina che si guasta meno di frequente per evitare spese accessorie che si possono tranquillamente evitare affidandosi ai marchi giusti. Per gli appassionati di motore, esiste un portale che richiede la registrazione per essere consultato ma che a quanto pare risulta molto utile per informarsi.

Audi Canva 22_12_2022 MondoFuoristrada.it
Purtroppo c’è anche un Audi (MondoFuoristrada.it)

La lista dei cattivi

Dal momento che siamo nel periodo giusto vediamo quali marchi si sono meritati a pieno un sacchetto di carbone sotto l’albero. Partiamo dalle sorprese che abbiamo trovato girando sul sito o su articoli della stampa americana che citano Costumer Report come fonte primaria per scegliere l’auto giusta. Tra le sorprese che abbiamo trovato sul portale ce ne sono alcune davvero shoccanti.

Per esempio secondo i recensori del sito anche una vettura di un marchio con una solidissima reputazione in merito ad affidabilità si trova sulla lista dei cattivi: parliamo della Audi A6, berlina potente e lussuosa ma che nel 42% dei casi riportati dal sito ha subito guasti. Va notato che il mezzo vanta comunque un coefficiente di affidabilità dell’85% e che solo nel 4% dei casi la problematica ha reso la vettura impossibile da guidare. Nella lista c’è anche la nuova Mercedes Classe A, affidabile fino ad un certo punto: il 31% dei clienti lamenterebbero guasti più o meno gravi.

Chi fa peggio?

Secondo la stampa americana e in particolare HotCars nell’elenco dei cattivi continuano ad esserci due case inglesi che hanno visto calare la propria reputazione in merito ad affidabilità. Si, sono proprio Jaguar e Land Rover, un marchio quest’ultimo che nasce con il preciso scopo di costruire fuoristrada solidi e praticamente impossibili da distruggere se non schiantandoli contro un muro.

Range Canva 22_12_2022 MondoFuoristrada.it
Niente Land Rover sotto l’albero di Natale (MondoFuoristrada.it)

La nuova I Pace, partendo dal marchio del felino più famoso del mondo, è la peggiore auto elettrica recensita dal sito con un tasso di fallimento pari al 30% ed il 45% di questi casi abbastanza gravi da bloccare del tutto l’auto per oltre una settimana. Non va tanto meglio il brand che produce SUV e fuoristrada che incontra un tasso di fallimento del 39%. In circa il 3% dei casi poi il proprietario afferma di aver speso oltre 1.000 Sterline per la riparazione in questione.

Tra le auto meno affidabili del periodo comunque troviamo la Porsche 718 Cayman con un tasso di 53% dei clienti sul portale che hanno lamentato almeno un guasto e soprattutto l’87% di loro che non hanno riavuto la vettura prima di una settimana. Brutto punteggio anche per la Land Rover Discovery – ancora – che “vanta” riparazioni costose in media tra le 1.000 e le 1.500 Sterline…e a sorpresa la Nissan X-Trail, una delle pochissime auto giapponesi presenti nella lista.

La vettura in questo caso ha un problema molto grave ovvero che non c’è un singolo componente coinvolto nella maggioranza dei 39% dei disagi incontrati dai clienti che hanno richiesto un meccanico: si salva solo il navigatore satellitare mentre tra i tanti componenti di cui gli acquirenti lamentano la rottura si trova spesso il sistema elettronico dell’auto in toto. Voi concordate con questa lista? Alla fine, si tratta del parere di clienti insoddisfatti…vai a capire quanto c’è di vero.