Altro che Lancia Delta, l’auto da rally più ambita è lei: vediamo chi se la ricorda

Quando si parla di vetture da rally storiche la Lancia Delta, la Peugeot 205 e la Ford Sierra sono sempre le prime ad uscire fuori da qualsiasi discussione. Lei invece perchè non viene mai citata? Non ci sembra giusto.

Automobili storiche e dove trovarle, oggi abbiamo a che fare con una vera perla del mondo dei rally e vi sfidiamo a dirci che la conoscevate già dato che viene da altri tempi, un’epoca in cui la Delta Integrale, la Stratos e le Escort Turbo non erano nemmeno lontanamente in fase di sviluppo. A guardarla non sembrerebbe neppure un’auto da corsa vera e propria ma si sa, l’apparenza a volte inganna.

Lancia Canva16_12_2022 MondoFuoristrad.a
Pensaci bene, la conosci? (MondoFuoristrada.it)

Peso storico

La lunga storia del motorsport comprende tante di quelle automobili che elencarle tutte sarebbe impossibili, anche se restringessimo il campo solo alle vetture da rally, ad esempio quelle che hanno partecipato almeno ad una stagione ufficiale della WRC o ad un rally ufficiale prima del 1973, anno in cui è stato ufficialmente istituito l’albo d’oro del campionato in questione.

Pochi lo sanno ma tra i marchi che hanno partecipato a competizioni di questo tipo prima o dopo l’istituzione ufficiale del campionato ci sono nomi come Skoda, Hyundai e Saab, marchio svedese purtroppo ormai scomparso nonostante i tentativi ripetuti di investitori cinesi ed europei di riprendere in mano la situazione e rimettere il nome del brand sul mercato in via ufficiale.

Motore Web Source 16_12_2022 MondoFuoristrada
Non sarà il motore di una Delta Integrale ma fa la sua figura (MondoFuoristrada.it)

Nata per vincere

Tra le automobili più incredibili che siano mai riuscite ad aggiudicarsi almeno un rally importante troviamo, incredibile ma vero, la Saab 96. Questa piccolissima coupé dalla linea forse vagamente simile ad un’Alfa Romeo del periodo, nasce nel 1960 rimanendo in produzione addirittura fino al 1980. Nonostante le piccole dimensioni e l’aspetto tutt’altro che solido, la Saab 96 avrebbe in più occasioni imposto il suo dominio su importanti tracciati negli anni.

La vettura nel corso degli anni sessanta si è aggiudicata più di un rally di rilievo tra cui una incredibile vittoria al Rally di Montecarlo del 1961 e al Rally di Sanremo del 1962 entrambe colte dall’esperto pilota Erik Carlsson. Erano altri tempi, certo, rispetto ai ruggenti anni del Gruppo B ma anche per portare a casa una ventina di vittorie nel giro di nemmeno quattro anni un’auto doveva sapere il fatto suo.

Furia a due tempi

Dotata di un piccolo motore a due tempi da 57 cavalli di potenza, la Saab 96 farebbe ridere se paragonata ad una moderna auto da rally ma vi possiamo assicurare che a quei tempi, gli altri piloti avevano ben poco di cui farsi beffe quando la solida auto svedese si imponeva sui tracciati più sporchi, duri e difficili del periodo. Oggi, pochissimi esperti molto versati nella storia dei rally ricordano questa vettura e questo spiega il basso prezzo a cui sta andando un esemplare storico.

Annuncio Web Source 16_12_2022 MondoFuoristrada
L’annuncio di vendita dell’auto (MondoFuoristrada.it)

L’auto in vendita è una Saab 96 originale che però non ha portato a casa gli importanti successi di cui abbiamo parlato prima, anzi, si trattava in effetti di una vettura creata appositamente per omaggiare le vittorie di Carlson. L’auto, recentemente restaurata, non scende in strada da molti anni ma probabilmente è ancora in ottime condizioni vista la solidità dimostrata dal modello in anni di durissimi rally europei.

Al momento, mancano quattro gironi al termine dell’asta ma le offerte…non sono esattamente faraoniche, potete dare un’occhiata al prezzo qui sopra in foto. Probabilmente, è la scarsa fama della vettura ad aver causato questa moria di nuovi offerenti, meglio per chi se la porterà a casa insomma. E voi sapevate che la Saab aveva prodotto un simile bolide da corsa? No, ammettetelo!