Limite all’uso dei contanti: il governo lascia tutti a bocca aperta | Cosa cambia per gli automobilisti

Acquisto auto, cosa cambia con il nuovo limite ai contanti: tutti i dettagli. Dal 1° gennaio 2023 bisognerà adeguarsi alla nuova manovra stanziata dal Governo Meloni

Il tetto massimo di spesa sale fino a 5.000 euro e questo andrà ad impattare anche sull’acquisto ad esempio di un’automobile. Il cambiamento rispetto ad ora è piuttosto importante visto che l’attuale limite era di 1.000 euro.

Contanti cambia tutto
Contanti cambia tutto (mondofuoristrada.it)

Ci sono importanti cambiamenti con la manovra economica stanziata dal nuovo Governo Meloni. Uno degli aspetti di cui si sta parlando in particolar modo in questo momento è l’innalzamento del tetto di spesa in contanti. Dopo l’ipotesi di un abbassamento per quest’anno (poi non attuato dal vecchio Esecutivo) a soli 1.000 euro, ora si passerà dal 1 gennaio 2023 a 5mila euro. 

La novità è stata confermata nella Manovra 2023, varata il 22 novembre e presentata in conferenza stampa dalla Premier. Nel contesto della legge di bilancio, quindi, si fa riferimento a quella che sarà la possibilità per tutti gli italiani di acquistare beni anche di un certo valore tramite l’utilizzo di banconote e non solo transazioni bancarie.

Il tetto ai contanti è stato utilizzato negli ultimi anni come contrato all’evasione fiscale e ha subito numerosi cambiamenti nel corso  del tempo. Basti pensare che nel 2016 era stato fissato a 3.000 euro, per poi scendere a 2.000 nel 2020 e a 1.000 euro nel 2022. Come detto, però, quest’ultimo scalino non è mai stato salito visto che con un emendamento approvato durante la conversione del Dl Milleproroghe di quest’anno, la riduzione a 1.000 euro era stata posticipata al 2023.

Acquisto auto, nuovo limite ai contanti: cosa cambia

Acquisto auto
Acquisto auto – Mondofuoristrada.it

Entrando nello specifico di tale norma possiamo vedere come il tetto all’uso dei contanti sia applicato a determinate transazioni economiche e presenti delle sanzioni molto pesanti per chi le viola.

Principalmente abbiamo tre tipologie di limiti: 
– Trasferimento di denaro contante in euro o in valuta estera
– Trasferimento di titoli al portatore in euro o valuta estera
– Libretti di deposito bancari o postali al portatore

Per trasferimento di denaro contante si intendono anche i normali acquisti quotidiani di beni e servizi. Tra questi per l’appunto possiamo inserire anche tutto ciò che concerne l’acquisto di un’automobile. Ora finchè il limite era fissato a 1.000 o a 2.000 euro, risultava magari complesso poter immaginare una transazione per un oggetto solitamente molto costoso, ma ora a 5.000 di esempi ne troviamo parecchi.

Tetto all’uso dei contanti: la nuova misura del Governo dal 1° gennaio 2023

Pagamento contanti
Pagamento in contanti – Mondofuoristrada.it

Se prendiamo il mercato dell’usato possiamo senza dubbio trovare molti casi di vetture che rientrano nel tetto di spesa dei 5.000 euro. Ci sono modelli anche piuttosto buoni e di marchi rinomati, che avendo una data di fabbricazione piuttosto in là con gli anni riportano una valutazione al di sotto di tale soglia.

Qualora invece l’importo fosse superiore, abbiamo diverse soluzioni da utilizzare. È possibile infatti effettuare pagamenti in contanti superiori ai limiti stabiliti rateando l’importo e solo a queste condizioni:

  • Ogni rata deve essere non superiore a 5.000,00 euro.
  • Necessario un accordo scritto tra le parti.
  • Tra il pagamento di una rata e l’altra devono trascorrere almeno sette giorni.
  • Il pagamento deve essere connaturato all’operazione. Per esempio, in riferimento all’acquisto di un’auto usata, un ipotetico pagamento in contanti di 20.000 euro da concludersi entro il 31/12/2023 potrebbe prevedere una caparra da 4.500 euro, tre rate da 3.550 euro ciascuna e una rata finale da 4.850 euro.

Ma quali sono le sanzioni previste per questa tipologia di sforamenti sul contante?

  • Multa compresa tra 2.000 e 50.000 euro per chi viola il limite contanti vigente dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
  • Multa compresa tra 1.000 e 50.000 euro per chi viola il limite contanti vigente dal 1° gennaio 2022.

Dal 1° gennaio 2023 verranno probabilmente aggiornate nuove sanzioni con il tetto di spesa a 5.000 euro.