Problemi per la nuova Range Rover: sicurezza a rischio e test “floppato”

Pessime notizie per il marchio Land Rover che non ha fatto una bella figura durante uno dei più importanti test per verificare la sicurezza di un’automobile. Il modello tanto sbandierato non ha ben figurato per nulla.

Un’automobile deve si essere bella e dalle grandi prestazioni…ma prima di tutto sicura. Questa macchina nonostante il prezzo, le attese sul mercato e i fans che non vedono l’ora di guidarla potrebbe non essere affatto una buona scelta. Ecco cosa è successo e perché la casa inglese Land Rover potrebbe ritrovarsi una gran bella gatta da pelare tra le mani se non prende immediatamente dei provvedimenti.

Range Canva 3_1_2023 MondoFuoristrada
Il test è fallito (MondoFuoristrada.it)

Grande attesa, grandi rischi

La nuova serie della Land Rover Range Rover, uno dei SUV e fuoristrada più famosi della storia del mondo, è arrivata sul mercato due anni fa con grandi aspettative, in pompa magna. Parliamo di un mezzo grosso, imponente, costoso e dalle alte prestazioni che spesso si paga un’occhio della testa e le versioni destinate a migliorare le condizioni del riscaldamento climatico non fanno certo eccezion.

Anche la versione P440 della Range Rover, quella ibrida con motore da 3 litri che dovrebbe proiettare il marchio inglese verso la transizione ecologica ormai imminente – arriverà nel 2035 lo stop europeo alle vetture che non sono Green – non costa poco dato che il suo cartellino del prezzo parte da 138.000 Euro. Un mezzo simile, come minimo, deve essere sicuro e preciso come un orologio svizzero in strada.

Range Web Source 3_1_2023 MondoFuoristrada
Range Rover P440e, un colosso dai piedi d’argilla? (MondoFuoristrada.it)

Il test fallito

La vettura, secondo quanto si apprende da varie fonti della stampa straniera ed italiana, avrebbe recentemente fatto una brutta figura in uno dei test più importanti per decretare la sicurezza di un modello. Parliamo del famoso test dell’alce, inventato proprio in Svezia dove capita che animali selvaggi come questi attraversino improvvisamente la carreggiata. Considerando che in Italia ci sono cervi, cinghiali e volpi che fanno lo stesso, si tratta di una sfida che anche le auto vendute da noi devono superare.

Questo test divenne famoso nel 1997 quando la famosa Mercedes-Benz Classe A perse la sfida ribaltandosi clamorosamente mentre eseguiva le brusche virate tra i coni disposti ad S in mezzo alla strada. Il test viene infatti ripetuto a velocità sempre maggiori finché l’automobile non perde aderenza o non rischia di sbandare. C’è da aspettarsi che una Land Rover non fatichi ad affrontarlo, giusto?

Troppo pesante

E invece, a sorpresa, i piloti professionisti che hanno effettuato il test sul bisonte di Land Rover sono rimasti tutto meno che impressionati dalle prestazioni del massiccio fuoristrada che non ha fatto una bella figura durante l’esecuzione delle difficili e pericolose manovre che simulano la comparsa improvvisa di un ostacolo in mezzo alla carreggiata. L’auto non è poi così sicura.

Utilitaria Web Source 3_1_2023 MondoFuoristrada
Auto meno blasonate hanno passato subito il test (MondoFuoristrada.it)

Stando alle parole dei collaudatori, l’auto si è comportata male: “Il mezzo risulta molto lento in fase di sterzata anche a causa del peso. Tende a soffrire di sottosterzo che compare già a 63 chilometri orari, velocità massima a cui l’auto ha passato il test”, dicono i piloti. Considerando che in autostrada si va a velocità molto superiori questa non è esattamente una notizia incoraggiante per i potenziali acquirenti.

La colpa di questa debacle sarebbe del peso eccessivo: sono mesi che gli enti preposti affermano che il peso delle auto elettriche, SUV in primis, sta diventando eccessivo e che questo influenza pesantemente la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. Con un peso di circa tre tonnellate la Range Rover non fa certo eccezione e questo test lo prova in modo inconfutabile.