Addio ad una delle berline più iconiche di sempre: purtroppo non la vedremo più in strada

Dall’anno prossimo diremo addio per sempre ad una delle ultime berline di questo tipo che ha resistito fino all’ultimo al passare del tempo. Famosa per il suo frontale vistoso, presto sarà completamente introvabile.

Gli americani sanno come dire addio ad un modello in grande stile, come ha dimostrato Ford con il suo video commemorativo per celebrare i 47 anni della Fiesta che se n’è andata in pensione proprio quest’anno. Purtroppo, concludiamo l’anno su una nota amara perchè anche un’altra famosa automobile americana molto celebre nel nostro paese ci sta per lasciare con un’ultima edizione speciale…

Addio Canva 31_12_2022 MondoFuoristrada.it
Come chiudere il 2022 in bellezza… (MondoFuoristrada.it)

Un anno duro

Non è stato un anno facile per gli appassionati di motori che proprio quest’anno hanno dovuto fare i conti con l’addio a tanti modelli storici, partendo dalla Ford Fiesta che per quasi mezzo secolo ha trasportato i vostri nonni e genitori e anche voi se siete tra i proprietari di una di queste vetture per arrivare alla potente Audi R8 che non rientra nei piani del marchio tedesco sempre più intenzionato a chiudere con la transizione ecologica in fretta.

Poteva finire l’anno già in questo modo ma non è tutto: si perchè un noto marchio americano che in Italia è famoso con il suo sodalizio con Fiat ha deciso di mettere da parte il suo modello più famoso e longevo, un’auto le cui origini risalgono addirittura al 1962. Parliamo della Chrysler che pensionerà la sua famosa berlina, una delle ultime di questo tipo che saranno mai vendute al mondo.

Chrysler Canva 31_12_2022 MondoFuoristrada.it
Addio alla Chrysler più famosa (MondoFuoristrada.it)

Tanti anni in circolazione

Presentata addirittura nel 2004, la berlina d’altra fascia Chrysler 300C si ispira ad un modello degli anni sessanta molto noto che i fans della casa americana ricordano bene. L’auto è una delle berline più riconoscibili mai costruite dalla casa che ha fatto largo uso di forme vistose, cerchioni cromati e soprattutto l’inconfondibile mascherina frontale di dimensioni gigantesche che oscura perfino quella della nuova BMW M3 uscita poco tempo fa.

La 300C è la classica berlina americana di grandi dimensioni, un’auto con cui trovare parcheggio non è semplice ma che risulta comoda per i viaggi, robusta, solida e che ha un certo impatto visivo su chi la vede passare in strada. L’auto è famosa per essere apparsa in numerosi media tra cui la serie di videogiochi Grand Theft Auto e la serie TV pluripremiata Breaking Bad.

Canto del cigno

Già a settembre, la stampa americana aveva annunciato che la nuova Chrysler 300C Hemi V8 in arrivo nel 2023 sarebbe stata l’ultima vettura della fortunata serie che ha venduto centinaia di migliaia di unità in tutto il mondo anche dopo il restyling avvenuto otto anni fa. Le ragioni sono principalmente due: una economica, ovvero il fatto che il modello inizia a scricchiolare contro la concorrenza tedesca e uno ecologico, dato che l’auto verrà sostituita da una berlina totalmente elettrica.

Berlina Web Source 31_12_2022 MondoFuoristrada.it
Addio alla Chrysler 300C (MondoFuoristrada.it)

In Italia, la 300C è stata a lungo l’unica Chrysler venduta oltre oceano. Nel 2011 il Gruppo Fiat ebbe la poco simpatica idea di proporla con il marchio più famoso del settore di lusso italiano con il nome di Lancia Thema, decisione che non ha certo giovato alla casa non perchè l’auto avesse qualcosa di male ma perchè il piano di cambiare marchio ad auto americane e venderle con il marchio premium di Stellantis è fallito miseramente.

La Hemi V8 è già praticamente sold-out visto anche il piccolo numero di esemplari prodotto in toto e nonostante un cartellino del prezzo superiore ai 55.000 Euro per quella che sarà una delle ultime berline V8 mai vendute al mondo. Secondo le ultime notizie il lotto destinato al nostro paese è già andato completamente a ruba. E così, ci lascia anche una delle ultime berline di grossa taglia vendute nel nostro continente, segno dei tempi che cambiano. Molto presto, guideremo tutti dei SUV elettrici.