Tesla sconvolge il mercato: la nuova auto costerà pochissimo, finalmente possiamo averla tutti

Nuova mossa strategica di Elon Musk per stravolgere il mercato: Tesla è pronta a lanciare un modello che costerà pochissimo, anche in Italia

Innovativi, perché hanno aperto le porte di un mondo sconosciuto o comunque poco praticato. Ma per ora anche troppo cari per un mercato come quello italiano che solo di recente ha scoperto gli incentivi. Così sono stati fino ad oggi i modelli Tesla, ma presto tutti cambieranno idea perché il mercato sta per essere sconvolto.

Tesla stravolge il mercato con un nuovo modello
Tesla stravolge il mercato (Ansa Foto) – Mondofuoristrada.it

L’azienda fondata da Elon Musk infatti sarebbe quasi pronta per lanciare la sua nuova auto elettrica che non sarà solo un modello inedito ma soprattutto economico. Nel mirino infatti c’è la Model 2, la più compatta del Gruppo. Se ne parla da tempo e adesso i tempi sembrano maturi per la sua presentazione ufficiale prima e per il suo lancio in grande stile sul mercato poi.

Nelle idee di Musk questa diventerà la vera citycar del gruppo. Un modello dalle dimensioni più ridotte ma con le stesse prestazioni e la stessa tecnologia della consorella Model 3. Non ci sono ancora date precise per il lancio, ma l’obiettivo di inizio 2024 al momento sembra decisamente realistico e fattibile.

In effetti durante l’ultimo ‘Investor Day’ di Tesla che si è tenuto in Texas da parte di Musk sono arrivate mezze conferme sul progetto della Tesla Model 2. Fino ad oggi è stata anche tenuta nascosta temendo spionaggi. Abbiamo visto alcuni rendering che possono essere realistici ma fino ad un certo punto.

Tesla sconvolge il mercato: il Model 2 farà il botto anche in Italia

Tutto è partito tre anni fa quando l’imprenditore sudafricano aveva preannunciato il suo piano di produrre un’auto elettrica di piccole dimensioni con un prezzo agevole su tutti i mercati. Un modo per avvicinare un pubblico più vasto alle nuove tecnologie pulite e far rendere anche gli investimenti dell’azienda in questo campo.

Il nuovo modello sarà prodotto nei stabilimenti Tesla negli Stati Uniti, in Cina e Germania e prossimamente anche nella nuova fabbrica in Messico, attesa per il 2025. Le ultime indiscrezioni in arrivo dalla Cina dicono che dovrebbe ricalcare le linee della Model Y, ma con dimensioni più compatte.

Tesla Model 2 potrebbe montare nuove batterie più efficienti con celle che dovrebbero essere realizzate in collaborazione con Panasonic. Al momento non è invece ancora chiaro se sarà dotata di guida autonoma, ma abbiamo tempo per scoprirlo.

La vera novità però non è legata solo alla dimensioni, perché fino ad oggi per guidare una Tesla, anche in leasing, servivano investimenti importanti. Invece in questo caso cambierà tutto e il pubblico potenziale si allarga.

In casa Tesla cambia veramente ogni cosa 3 marzo 2023 mondofuoristrada.it
In casa Tesla cambia veramente ogni cosa (Ansa Foto) – Mondofuoristrada.it

Infatti il prezzo di lancio sul mercato italiano potrebbe essere di poco superiore ai 20mila euro per il modello base fino ad arrivare ad un massimo di circa 24mila euro. Inoltre Tesla Model 2 dovrebbe rientrare nella fascia di emissioni tra 0 e 20 grammi per chilometri e per questi modelli al momento esiste un contributo statale. É pari a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione, più eventuali agevolazioni a livello regionale.

Una produzione meno costosa e prezzi più accessibili, così Tesla sfida gli altri produttori

Il progetto legato alla Model 2 rientra nel nuovo Master Plan 3 di Tesla, che prevede costi più contenuti già in fase di produzione grazie ad una piattaforma avanzata. Ecco perché ad avvantaggiarsi sarà il consumatore finale

In effetti dall’inizio del 2023 ad oggi, Tesla ha già tagliato i prezzi delle sue elettriche anche in Italia riducendoli di almeno un quinto rispetto a quello che è stato sino alla fine dello scorso anno. Ma secondo gli analisti ci saranno ulteriori tagli ai listini.

Tesla Model 3
La Tesla Model 3 (Instagram) – Mondofuoristrada.it

L’esempio più chiaro è la berlina Model 3 che è scesa fino a ari a 41.490 euro per beneficiare degli incentivi nazionali. Solo il primo passo per non essere considerato un marchio elitario, ma alla portata di tutti.