La nuova “Smart” che costa solo 8 mila euro: gli italiani non vedono l’ora di acquistarla

Vi siete stancati delle solite citycar che “infestano” le nostre città, lo sappiamo, in particolare tutti guidano una classica Smart e vi piacerebbe imparare a distinguervi nella folla e nel traffico. Forse con lei potrete farlo…

Nel corso dei primi anni duemila, il marchio tedesco Smart ha rivoluzionato il modo di guidare in città con l’omonima citycar che in realtà si chiamerebbe Fortwo ma che per il pubblico è rimasta confidenzialmente nota…solo con quel nome. La vettura vanta centinaia di tentativi di imitazione.

Smart Ansa 22_03_2023 MondoFuoristrada
(MondoFuoristrada.it)

Alcuni sono riusciti, altri sono penosi, altri ancora si meriterebbero una bella lavata di capo dagli avvocati del brand parte del gruppo Mercedes-Benz ma questo di cui parliamo oggi, oltre a costare poco, ha una personalità unica. Ecco la Smart sotto i 10.000 Euro di cui non sapevi di avere bisogno!

Un progetto rivoluzionario 

Venduta ormai in milioni di esemplari, la classica e intramontabile Smart Fortwo è la vettura da città per eccellenza. Con i suoi due posti e la sua lunghezza di circa tre metri la piccola della casa tedesca ha permesso a milioni di guidatori che andavano di fretta di saltare senza tante cerimonie traffico e code in autostrada grazie alle sue piccole dimensioni, suscitando una serie di imitazioni che potenzialmente non ha fine.

Fortwo Ansa 22_03_2023 MondoFuoristrada
Anche se il futuro del marchio è incerto (MondoFuoristrada.it)

Al momento tuttavia il futuro del brand è oggetto di discussione dato che alcune scelte di marketing come l’introduzione di un SUV e la messa in progettazione di un crossover che non hanno nulla a che fare con la citycar potrebbero alienarsi la simpatia dei clienti storici. Del resto, storicamente sappiamo che quando Smart è uscita dalla sua zona di confort con mezzi come la Roadster o la Crossblade le cose non sono finite bene.

Un mercato aperto

Il fatto che la stessa Smart sembri sempre meno interessata a produrre le citycar che l’hanno resta famosa potrebbe aprire nuove opportunità di mercato per altre case con quelle cinesi in testa al gruppo dato che nel paese asiatico le vetture elettriche di piccole dimensioni stanno spopolando. L’ultima proposta arriva da un marchio che in Europa conosciamo bene, del resto MG è ormai una loro proprietà.

Il brand di cui parliamo è SAIC, al momento uno dei nomi più caldi sul panorama dell’automobilismo mondiale moderno anche perchè il marchio si è specializzato in automobili elettriche che fanno concorrenza con prezzi stracciati ai principali nomi dell’automotive europeo ed occidentale. Vediamo quale potrebbe essere la prossima mossa della casa e come riguarda Smart.

L’idea vincente

Tra le vetture che SAIC vende in patria troviamo la Clever, una piccola due posti esteticamente molto simile alla Smart ma che ha la caratteristica non trascurabile di essere completamente elettrica e di avere un prezzo in Yuan inferiore agli 8.000 Euro contro i 20.000 come minimo richiesti da Smart per una delle sue celebri citycar. La fama si paga, cosa credevate.

Claver Web Source 22_03_2023 Fuoristrada.it
SAIC Clever, pronta ad arrivare in Europa? (MondoFuoristrada.it)

Questo veicolo lungo poco più di tre metri e pesante meno di una tonnellata monta una batteria da 27KwH che le conferisce un’autonomia attorno ai 260 chilometri più che sufficiente per compiere le faccende quotidiane in una città affollata. Il basso prezzo della vettura potrebbe renderla estremamente appetibile ai clienti europei, come sostiene CleanTechnica.

Il portale si dice convinto che SAIC tenterà l’impresa di portare l’auto in occidente magari tramite il suo marchio cardine nel continente europeo, la casa britannica. Voi la guidereste una MG Clever pensando che un tempo questo marchio stava su cabriolet e automobili sportive? I tempi cambiano. E l’offerta sembra interessante, anche se per ora dal marchio vige il silenzio stampa.

Impostazioni privacy