Ferrari “multipla”, il modello mai visto appartenuto ad Agnelli: il dettaglio è unico

Una supercar può portare un pilota ed un passeggero…che ne dite invece di questa Ferrari a tre sedili che vi permette di trasportare due amici o amanti, a seconda di cosa volete farci? Il prezzo è davvero mostruoso.

Quella famosa vignetta che gira sui social riferendosi al fatto che un autobus ha decine di posti mentre una Ferrari ne ha soltanto due potrebbe essere smentito. Si perchè questa famosa vettura del Cavallino più celebre d’Italia ha un posticino in più nel caso abbiate davvero tanti amici: ecco quanto dovete spendere per portarvela a casa, sarà meglio che abbiate un conto in banca bello solido.

Rara Canva 2_1_2023 MondoFuoristrada
(MondoFuoristrada.it)

Due meglio di tre!

Il principale problema con le supercar è lo spazio. Non è raro che una vettura sportiva come una Lamborghini o una McLaren che è nata per la velocità e per sfoggiare alte prestazioni degne di una monoposto da pista da corsa rinunci a parecchi comfort. E comunque, anche le supercar più lussuose come le Bugatti o la Spyker C8 che è praticamente una suite su quattro ruote rinunciano ai due posti in più che berline ed utilitarie montano quasi come standard sul mercato.

Il motivo è chiaro, i marchi vogliono risparmiare soldi e soprattutto, tagliare un po’ sul peso che rischia di diventare davvero eccessivo per dotare l’auto di una velocità massima ed uno sprint eccezionali che possano soddisfare pure i clienti più esigenti che stanno comunque spendendo una cifra considerevole. Giusto le shooting brake, versioni più “opulente” delle supercar tradizionali hanno dei posti extra. Ma esiste sempre l’eccezione alla regola.

Abitacolo Canva 2_1_2023 MondoFuoristrada
In 3 nell’abitacolo di una Rossa (MondoFuoristrada.it)

Idea intrigante 

Nessuno ha mai pensato a costruire una supercar a tre posti? In realtà, a dirla tutta, lo hanno fatto ed è stato proprio uno dei marchi più celebri del settore a decidere di sperimentare una configurazione così strana che si trova solo su pochissime automobili di serie come la Fiat Multipla che non ha molto a che spartire con bolidi simili. Parliamo di Ferrari che ben prima di essere formalmente assorbita dal marchio di Torino aveva già anticipato l’idea geniale.

Sulla base di una famosa automobile sportiva, la Ferrari 365 P2 che purtroppo in pista sarebbe stata surclassata dalla Ford GT americana, nacque il piano per creare una vettura non con due ma con ben tre posti in cabina, senza però perdere le linee sportive e le prestazioni assurde che una Rossa che si rispetti deve necessariamente vantare. L’idea era molto avanti sui tempi e la foto è incredibile come il prezzo.

Uno in più…

Correva proprio l’anno 1966 quando al famoso designer e carrozziere italiano Pininfarina venne affidato il compito non certo semplice di disegnare la prima Ferrari a tre posti della storia. L’auto partiva già da un telaio esistente quindi in fin dei conti, il difficile era solo posizionare un terzo sedile per il passeggero extra a bordo della macchina. La soluzione scelta dai progettisti fu di sfalsare leggermente i sedili, ponendo il terzo poco più indietro dei primi due già presenti.

Berlinetta Web Source 2_1_2023 MondoFuoristrada
Ferrari Berlinetta Speciale, di nome e di fatto (MondoFuoristrada.it)

La vettura così approntata venne ribattezzata Ferrari 365 P Berlinetta Speciale e conquistò subito tutti, incluso l’avvocato Gianni Agnelli che avrebbe presto richiesto la produzione di un esemplare extra per uso personale dopo che il marchio ebbe annunciato la decisione di costruire una singola concept car. Interessanti soluzioni estetiche come lo spoiler a pinna sul retro del telaio e l’ampio abitacolo che fa entrare molta luce sono state scelte per l’auto.

Al giorno d’oggi, la prima ed unica – finora – vettura a tre posti che Ferrari abbia mai costruito e messo su strada suscita ancora tanta ammirazione nei fans che pagano per vederla. Quanto vale un modello come questo? Considerando che solo due vetture sono state effettivamente prodotte, parliamo di una cifra davvero irrazionale. Questa supercar è stata valutata circa trenta milioni di Euro, peccato che non sia in vendita. Sono solo dieci milioni a testa in fin dei conti, dividetela con due amici!