Francesco Totti, fuori dal garage: il dettaglio non passa inosservato ai tifosi

Francesco Totti con il suo ultimo post su Instagram ha svelato il suo ultimo acquisto dal punto di vista delle 4 ruote. Una vettura tutta da scoprire rivelata di fronte al suo garage personale.

Come molti calciatori di grande successo e di spessore, anche Francesco Totti non disdegna una passione per le auto sportive e per le supercar.

totti auto
Francesco Totti – Mondofuoristrada.it

Di certo lo storico capitano della Roma non ha mai vantato un parco macchine come quello di Cristiano Ronaldo, che fa collezione di numerose auto di lusso, tra Ferrari, Lamborghini e Rolls Royce di ogni genere.

Ma Totti sicuramente è un buon appassionato ed intenditore di autovetture. Non a caso in tempi recenti è divenuto volto e uomo immagine di Volkswagen Italia, ovvero della branca nostrana della nota ed apprezzata casa automobilistica tedesca.

Totti passa all’elettrico: la sua ultima Volkswagen è da applausi

Francesco Totti dunque vanta un connubio eccellente con la Volkswagen. Sia per questioni di promozione, sia per motivi strettamente legati al proprio gusto personale.

Per chiudere in bellezza il 2022, Totti ha pubblicato su Instagram un post emblematico, palesemente sponsorizzato, in cui presenta l’ultimo arrivato nel suo garage privato.

L’ex numero 10 di Roma e Nazionale italiana ha presentato senza troppi fronzoli la ID.5 Volkswagen, il nuovissimo Suv coupé 100% elettrico, top di gamma per quanto riguarda i motori di ultima generazione.

totti volkswagen
Totti e la Volkswagen ID.5 – Mondofuoristrada.it

Per l’anno nuovo vi auguro di trovare un bel compagno di squadra. Il mio l’ho scelto“. – è il messaggio pubblicato da Totti a corredo dell’immagine (vedi sopra) che ha deciso di pubblicare prima della fine dell’anno solare.

Sullo sfondo uno splendido modello di ID.5 in blu notte. Si tratta di una vettura che, da prezzo di listino, vale circa 57.000 euro. Declinata in tre varianti, la ID.5 è la sorella, in versione Suv-coupé, della ID.4, con la quale condivide quindi piattaforma Meb, powertrain e gran parte del design, coda esclusa.

Oltre ad apparire più aggressiva, dal punto di vista aerodinamico (e, di conseguenza, anche dei consumi) è più efficiente rispetto alla sorella, grazie al Cx di 0,27. L’abitacolo è accogliente e non impone sacrifici a nessuno degli occupanti: passo lungo, pavimento piatto, buona disponibilità di centimetri in larghezza e altezza, con quest’ultima che non varia rispetto alla Suv.