Caccia ai parcheggiatori abusivi, in questa città ci sono addirittura le “taglie” come nel far west

La questione sui parcheggiatori abusivi ha fatto sempre molto discutere, soprattutto negli ultimi anni. Adesso sembra essere stata trovata una specie di soluzione. Scopriamo quale.

Ci sono tante cose che non funzionano nelle strade. Pensiamo alla viabilità, tante volte criticata, ma anche al rispetto di ogni luogo stradale dedicato a uno o più utenti. In tal senso, i parcheggiatori abusivi sanno bene come esagerare, facendo qualcosa davvero di poco etico oltre che illegale.

Lotta ai parcheggiatori
Lotta ai parcheggiatori (mondofuoristrada.it)

E se i cittadini venissero pagati per segnalare azioni di questo genere? E’ quanto sembra emergere nelle ultime ore, una news che a molti farà sorridere. Tale proposta non riguarda l’Italia, dove di abusivi ce ne sono fin troppi, ma gli Stati Uniti d’America: in particolar modo, la città di New York e i suoi abitanti.

Chi è un parcheggiatore abusivo?

Un parcheggiatore abusivo è una persona che senza autorizzazione richiede – talvolta minacciando – somme di denaro ad un automobilista che si trova alla ricerca di un parcheggio pubblico o a pagamento. Spesso però gli abusivi si trovano laddove la sosta non è consentita e contribuiscono ad aumentare traffico.

Anche perché frequentemente si trovano in luoghi pieni di gente come spiagge, discoteche, ospedali, zone cittadine centrali e periferiche. Purtroppo, per fermare tutto ciò spesso non bastano multe o sanzioni varie; i parcheggiatori abusivi possono risultare nullatenenti, perciò spesso il pagamento di un verbale risulta complesso. E’ possibile però presentare una denuncia alla polizia per estorsione che dovrebbe dare il via all’arresto.

Stati Uniti: non è la prima volta che succede

Negli Stati Uniti, non è la prima volta che viene discussa una proposta del genere. Proprio a New York, spicca il programma Citizens Air Complaint Program. Fu varato nel 2018, e permette ai cittadini di denunciare tramite prove i veicoli fermi lasciati con il motore acceso per più di tre minuti.

In cambio, il 25% della multa nelle mani di chi fa la “spia”. Anche perché, in soli tre minuti, il rischio è di guadagnare veramente un sacco di soldi. Il programma funziona e ha notevolmente aumentato il numero di denunce in città. Dal 2018, si è passati dalla scarsa statistica di poche decine all’incredibile numero di 12mila del 2021.

Nuova proposta, cittadini Vs cittadini: di cosa si tratta

Traffico New York
Traffico New York (mondofuoristrada.it)

Guadagnare soldi segnalando un veicolo fermo sulla pista ciclabile. A New York, si può. Anche in questo caso, parliamo del 25% dell’importo di una multa nelle mani di un cittadino. Parcheggiare su uno spazio riservato alle biciclette è poco corretto e soprattutto contro la legge. E’ anche molto rischioso dal punto di vista della sicurezza.

Ebbene, a New York hanno deciso di riconoscere prima il problema, e risolverlo poi in maniera singolare. Un gruppo di consiglieri ha varato una proposta: i cittadini potranno segnalare direttamente al dipartimento dei trasporti questi parcheggi abusivi. Se le prove saranno adeguate, potranno guadagnare poco meno di 50 dollari. Se passerà tale proposta, non abbiamo dubbi che funzionerà; il 92% delle segnalazioni nel 2021 si è tradotto in multe che hanno portato a 2,3 milioni di dollari per New York. Per gli abitanti segnalatori, invece, oltre 700mila.