Formula 1, l’annuncio é da non credere: ci sarà una penalità da scontare

La FIA ha pensato ad una nuova modalità di penalizzazione per i più furbi in Formula 1. Il tutto dovrebbe accadere quasi certamente con la nuova stagione 2023.

Nell’ultima edizione del mondiale di Formula 1 sono scoppiate numerose polemiche tra piloti e tra le varie scuderie per le reali composizioni delle griglie di partenza nei vari Gran Premi.

griglia partenza f1
La griglia di partenza in F1 – Mondofuoristrada.it

Il motivo non è legato tanto ai risultati delle singole vetture nelle qualifiche del sabato, bensì per quanto concerne l’assegnazione delle penalità che andavano a modificare la composizione della griglia stessa d’avvio.

La FIA si è ritrovata speso a dover invertire l’ordine di partenza per via di penalità da assegnare a piloti e costruttori. Colpa in particolar modo degli errori effettuati nell’utilizzo di parti sostituibili della cosiddetta Power Unit. Vale a dire l’insieme di componenti che fanno parte della fase propulsiva del motore.

Troppe componenti nella Power Unit: la FIA usa il pugno duro

Durante l’arco di un Mondiale di Formula 1 la FIA, ovvero l’organo centrale e controllore di questo sport, ha consentito solo un determinato numero di modifiche alla Power Unit. Le scuderie e le vetture che utilizzeranno più componenti differenti rispetto alla norma vengono penalizzate di fatto nelle griglie di partenza di un GP.

Tali modifiche hanno creato caos e confusione, sia tra i piloti stessi che fra gli addetti ai lavori. Per questo motivo la FIA vuole porre delle restrizioni nette per evitare che le gare di Formula 1 diventino dei veri e propri terni al lotto.

FIA
Logo della FIA – Mondofuoristrada.it

La FIA già a novembre scorso ha annunciato di aver aperto una sorta di inchiesta ed indagine interna per valutare come risolvere il problema delle troppe penalità da parte delle scuderie riguardo la Power Unit.

Queste le possibili soluzioni proposte secondo Formula1.it:

  • Sostituire la penalità di posizione in griglia con una penalità in gara per il primo elemento della power unit cambiato oltre la soglia. Questa penalità verrebbe scontata al primo pit stop, con alcune condizioni per quanto riguarda il momento della sua applicazione. Ad esempio, una penalità di un certo numero secondi da scontare prima di un certo numero di giri in un Gran Premio.
  • La FIA sta valutando un ulteriore deterrente (ancora da discutere) per evitare che quando si sostituiscono più parti, o la stessa parte più volte, nello stesso evento, questo avvenga in modo strategico al solo scopo di cumulare penalità e “smarcare” parti da mettere a rotazione nei successivi eventi. In questo senso ogni elemento del gruppo propulsore sostituito verrebbe ritirato dal pool di parti disponibili. Se si andasse in questa direzione è stato suggerito di aumentare di una unità il limite annuale delle parti sostituibili. Ad esempio, le squadre potranno utilizzare 4 motori a combustione interna (ICE) anziché 3.
  • Si stanno valutando disposizioni speciali per la sostituzione di elementi delle Power Unit danneggiati in un incidente.

Le proposte saranno esaminate dai Comitati consultivi sportivi per le power unit, insieme agli strateghi dei vari team, prima di prendere qualsiasi decisione.