Auto elettriche, cambia tutto: c’é anche il rischio di incendio | L’annuncio

Auto elettriche, adesso sì che cambia tutto. C’è anche il rischio che prendano fuoco. Scopriamo di più su quelle che saranno le vetture del futuro entro il 2035. Qualcosa non va ancora?

Nel 2035, il mondo cambierà. Se non nella forma, quantomeno nella sostanza per quanto riguarda l’automobilismo. Verrà impostata un’elettrificazione pressoché totale per quanto riguarda l’Unione Europea e gran parte degli Stati Uniti. Una scelta chiara, netta, decisa, ma ancora un po’ lontana.

Auto elettriche, rischio incendio: cosa sta succedendo (Canva) 10 novembre 2022 mondofuoristrada.it
Auto elettriche, rischio incendio: cosa sta succedendo (Canva)

Anche perché, forse, i mezzi elettrici non sono ancora pronti a sostituire le vetture tradizionali. Pensiamo, ad esempio, ai casi di auto incendiate. Anche i mezzi a basse emissioni di CO2 contengono questo rischio. Ragion per cui, in vista del 2026, Euro NCAP vuole vederci chiarissimo ed evitare il più possibile incidenti di questo tipo.

Perché le auto elettriche prendono fuoco?

Anche se, a dire il vero, secondo uno studio portato avanti dal National Fire Protection Association, si rivela che il rischio incendio per un’auto elettrica è 64 volte minore rispetto ai mezzi tradizionali. Un’auto con motore termico può prendere fuoco di colpo se il carburante – o più comunemente i vapori – entra in contatto con una scintilla o una fiamma.

Per un’auto a batteria, invece, le fiamme divampano più lentamente donando tempo maggiore agli occupanti del mezzo per mettersi in salvo. Di contro, spegnere un modello elettrico è decisamente più difficile rispetto ai mezzi a quattro ruote tradizionali. Ed è ciò di cui vorrebbe occuparsi l’Euro NCAP da qui al 2026.

Auto elettriche: Euro NCAP vuole vederci chiaro

Euro NCAP, che da anni si occupa di valutare la sicurezza dei nuovi modelli, nel 2026 verrà aggiornato. Parliamo del piano Vision 2030: a Safer Future for Mobility, che prevede nuovi test attesi per il 2026. Fra le novità, verrà valutato anche il rischio d’incendio delle automobili elettriche e di instabilità termica della batteria al litio. Niels Ebbe Jacobsen, Presidente di Euro NCAP, ha spiegato che le auto stanno diventando sempre più intelligenti e connesse. Quindi, data l’importanza di queste tecnologie “sarà adottato un approccio di bonus/malus alle auto che offrono questi sistemi”.

Auto elettriche, cosa cambia per i test Euro NCAP nel 2026 (Canva) 10 novembre 2022 mondofuoristrada.it
Auto elettriche, cosa cambia per i test Euro NCAP nel 2026 (Canva)

Saranno introdotte valutazioni sulla stabilità termica delle batterie al litio. E, conseguentemente, sul rischio e i difetti che possono caratterizzare veicoli elettrici; sia per quanto riguarda la riaccensione della batteria e la gestione dell’energia residua, e più in generale per le auto con batterie al litio o con celle a combustibile (idrogeno). Il mondo cambia, lo abbiamo detto. E, a quanto pare, lo farà anche attraverso la sicurezza dei modelli che verranno.