Graffi auto, addio al carrozziere: con questo metodo fai tutto in casa a costo zero

Un graffio alla carrozzeria dell’auto può costare molto caro se ci si rivolge ad un carrozziere. Molto spesso le officine sono costrette a rivisitare tutta la parte interessata con costi esosi. Ma forse non tutti conoscono alcuni metodi fai da te infallibili.

Sono molte le cause dei graffi leggeri o profondi alla carrozzeria dell’auto: sportellate involontarie nei parcheggi, pietre che schizzano dall’asfalto durante la marcia, pedoni, distrazioni di ogni genere. Questi piccoli danni non solo provocano malumore, ma provocano una diminuzione del valore di mercato del veicolo e costringono a rivolgersi ad un carrozziere per rimettere a nuovo la zona danneggiata. E di solito il tetto di spesa non è mai inferiore ai 250 euro.

Graffi auto
Graffi auto – Mondofuoristrada.it

Quando ci si trova dinanzi a piccoli graffi si può porre rimedio con alcuni metodi fai da te. Rispetto ai danni più profondi è più semplice farli scomparire evitando di rivolgersi ai professionisti del settore. A questi meglio rivolgersi in caso di urti e incidenti o quando davvero ogni soluzione è vana. Non resta che fare qualche tentativo che costa poco o nulla prima di dover mettere mano al portafogli. Vediamo insieme i rimedi più comuni “indoor” che possono risolvere molti grattacapi.

I rimedi fai da te contro i graffi alla carrozzeria dell’auto

La tecnica del pennarello è la più comune, a patto di trovare la giusta tinta che si abbina al colore della carrozzeria. La punta sottile dei pennarelli è ideale in caso di graffi lineari, ma potrebbe richiedere di ripetere questa operazione di tanto in tanto, soprattutto dopo che l’auto esce dal lavaggio. Un altro sistema più efficace consiste nell’argilla che viene applicata con un panno asciutto ed effettuando movimenti circolari, facendo cura di agire con delicatezza per non creare una demarcazione nel colore dell’auto.

Carrozziere auto (web source)
Carrozziere auto – Mondofuoristrada.it

Contro i graffi superficiali potete provare con la cenere di sigaretta. Bisogna applicarla con un panno umido lungo tutto il graffio. Oppure si può usare il bicarbonato di sodio, specie sulle parti in vetro, da applicare con uno straccio pulito e umido. Dopo alcuni minuti si sfregamento si interviene con un panno asciutto. Un altro rimedio efficace è quello della pasta abrasiva, ma ricordatevi sempre di lavare la carrozzeria prima di procedere con la messa in atto di questo prodotto che si trova comunemente in commercio. Per assicurarsi di aver rimosso gli ultimi residui basta ripulire con un panno in microfibra.

Infine sul mercato esistono dei prodotti appositi, liquidi o gel, che potete acquistare su internet o nei negozi di bricolage. Prima di scegliere l’articolo meglio chiedere informazioni al rivenditore o sui blog automobilistici. Una volta sicuri dell’acquisto, non resta che seguire le istruzioni allegate sul prodotto stesso.