Playstation in auto, presto potrebbe essere legale | La trovata per “spodestare” Tesla è folle

Tra nemmeno troppo tempo, giocare alla Playstation mentre si guida…potrebbe essere possibile e pure consentito dalla legge! Sembra una follia ma è tutto parte di un piano per “combattere” Tesla con le sue armi!

La casa californiana Tesla del noto magnate Elon Musk che in questi giorni sta avendo il suo bel da fare per conquistare Twitter ed i dipendenti che non hanno accolto tanto bene il suo arrivo come nuovo CEO della piattaforma potrebbe aver trovato pane per i suoi denti: dove Musk propone l’autopilota e l’ufficio direttamente in auto, una rivale del marchio offre la Playstation e la possibilità di guidare…e giocare.

Ma se mi distraggo succede un disastro... (MondoFuoristrada.it)
Ma se mi distraggo succede un disastro… (MondoFuoristrada.it)

Giochi pericolosi

Quando la casa americana fondata dal sudafricano Musk è arrivata sul mercato, i rivali sono rimasti spiazzati: tra la propulsione elettrica già sperimentata con poco successo da General Motors alla fine degli anni novanta e l’utilizzo del rivoluzionario quanto controverso autopilota il marchio Tesla ha davvero rivoluzionato il mondo dell’automotive, ottenendo vari record riguardo le auto più vendute anno dopo anno.

Tutti i periodi di gloria però sono seguiti inevitabilmente da un momento di crisi: certo, la casa Tesla continua a vendere benissimo, ma le rivali sono proprio dietro di lei, pronte a rivoluzionare tutto per contendersi la corona di marchio che vende più auto elettriche al mondo. Tra le rivali più pericolose di Musk abbiamo il Gruppo PSA, Polestar e la compatriota Fisker. Ma non solo.

Playstation Canva 28_11_2022 MondoFuoristrada.it
“Goal! Scusi signor vigile, cosa diceva riguardo il tamponamento?” (Mondo Fuoristrada.it)

Tutti amano Playstation

Proprio come la compagnia di Elon Musk anche la Playstation, prodotto inventato dalla Sony nel 1994 e che continua a mietere un successo clamoroso con la generazione 5 della console per videogiochi che ha già venduto nell’ordine di milioni in tutto il mondo compresa l’Italia ha avuto a che fare con i suoi rivali, Xbox in primis ma anche Wii. Ecco perché Sony ha deciso di coalizzarsi con un altro colosso del settore automobilistico per fare concorrenza a Tesla in modo davvero assurdo.

La casa di Tokyo non ha preso tanto alla leggera le seguenti affermazioni di Elon Musk: “Il chip grafico montato sul monitor di Tesla è paragonabile ad una PS5. Innanzi a questa palese sfida infatti Sony ha scelto di mettere alla prova le affermazioni di Musk alleandosi con un altro colosso giapponese che ha preso questa decisione: presto, sulle auto del marchio ci saranno delle vere e proprie console per giocare.

E’ legale? 

Tra le case giapponesi leader dei rispettivi settori di mercato Honda e Sony Computer Enterainments è nata una vera e propria joint venture ossia un accordo per portare a termine un progetto che possa giovare ad entrambe le realtà: “Crediamo davvero che Sony abbia le risorse per sfidare Tesla sul suo terreno di battaglia”, è il sunto del discorso pronunciato pochi giorni fa da Izumi Kawanishi, uno dei dirigenti dietro questa collaborazione senza precedenti.

Honda Canva 28_11_2022 MondoFuoristrada.it
La Honda sfida direttamente Musk! (MondoFuoristrada.it)

La casa giapponese Honda insomma non ha nessuna paura di sfidare Musk nel settore dell’intrattenimento digitale a bordo dei propri veicoli che saranno quindi presumibilmente forniti di autopilota in futuro. Altrimenti, dubitiamo che la legge permetterà ai piloti di andarsene in giro con una Playstation 5 sul cruscotto come se nulla fosse.  Per il momento, il progetto è solo in fase embrionale.

La stampa ha parlato anche della possibilità di montare piattaforme come Steam per l’acquisto di videogiochi sulle Honda entro il 2026 e dobbiamo dire che si tratta di un progetto molto ambizioso che potrebbe aver trasceso il vero compito di un’auto ossia trasportare il suo proprietario da un punto A ad un punto B. Voi cosa pensate di questa iniziativa? Per voi avrà successo?