Terremoto Leclerc-Sainz: cambia tutto in Ferrari dopo l’addio a Binotto

Terremoto Leclerc-Sainz: cambia tutto in Ferrari dopo l’addio a Binotto. I rapporti in seno alla scuderia di Maranello sono destinati a cambiare

Per il 2023 è attesa un’importante rivoluzione nel box della Rossa, a cominciare dal cambio al vertice nel ruolo di team principal. Al posto di Binotto potrebbe arrivare Vasseur e questo muterebbe anche il discorso sui piloti.

Leclerc-Sainz
Charles Leclerc e Carlos Sainz – Mondofuoristrada.it

Il 2022 si è concluso con un pizzico di amarezza per la Ferrari. Le premesse sembravano descrivere un campionato estremamente equilibrato, con un pizzico di vantaggio della F1-75, uscita subito forte dai blocchi. Il passare dei Gran Premi ha però sovvertito questo tipo di pronostico, con la Mercedes che si è rifatta sotto e la Rossa sempre più in difficoltà.

Con le unghie e con i denti Charles ha difeso la piazza d’onore, molto importane sia dal punto di vista mentale che tecnico. Il monegasco pensava di ricevere un maggiore apporto da parte della Scuderia, con una dirigenza poco avvezza ad indicare un effettivamente un primo vero pilota.

Questo ha inciso parzialmente su alcune strategie deficitarie ad inizio stagione e hanno posto l’attenzione su quello che dovrà essere nell’immediato futuro.

Leclerc-Sainz: bisogna scegliere il primo pilota per la lotta al titolo nel 2023

Ferrari Leclerc
Charles Leclerc alla guida della Ferrari – Mondofuoristrada.it

Se lo sviluppo della vettura procederà nella giusta direzione, come accaduto all’inizio del 2022, allora bisognerà massimizzare le proprie energie per combattere ad armi pari con Verstappen a la Red Bull. Andrà fatta una scelta da Sainz e Leclerc, cercando di capire chi può essere l’alfiere numero uno per la lotto al bicampione orange.

In questo campionato appena andato in archivio, Leclerc ha conquistato 308 punti, chiudendo al secondo posto, ben davanti ai 246 di Sainz (quinto). Lo spagnolo ha confermato la posizione del 2021, ma ottenendo più punti (l’anno scorso furono 164.5).

La differenza anche nel numero delle vittorie è stata netta (3 a 1 per il #16) mentre sul tema pole non c’è mai stata storia (Leclerc è il miglior poleman della stagione con 9). Questi numeri lasciano poco spazio alle interpretazioni e difatti lo stesso Sainz nel corso della stagione ha ammesso la superiorità del collega.

Nelle prime sei o sette gare, quando la macchina era più competitiva, lui faceva le pole position e vinceva le gare. Ultimamente sono diventato molto più veloce e sto guidando molto meglio la macchina – ha spiegato Sainz qualche settimana fa – ma è anche vero che adesso l’auto non è forse al livello a cui era all’inizio dell’anno. O comunque la Red Bull ha fatto un passo in avanti e non è così facile ottenere una pole position o una vittoria come poteva essere prima”.

Ferrari, cambia tutto con il probabile arrivo di Vasseur: Leclerc sempre più leader

Leclerc Verstappen Perez
Leclerc sul podio con Verstappen e Perez – Mondofuoristrada.it

L’addio di Binotto, ormai davvero ad un passo, dovrebbe portare a Maranello Frederic Vasseur, come nuovo team principal. L’ingegnere francese ha tenuto a battesimo Leclerc in Formula 1, quando nel 2018 si affacciò da rookie con l’Alfa Romeo-Sauber. Ovviamente qualora dovesse prendere in mano la situazione è lecito immaginare un occhio di riguardo per il 25enne del Principato.

I tifosi della Rossa sarebbero anche d’accordo con lui, visto che una buona parte delle critiche alle strategie scelte dal box di Maranello erano relative ad una mancata chiarezza sulla leadership di Leclerc. Il talento parla per lui  e nel 2023 deve essere messo nelle migliori condizioni per battere Verstappen.