Addio al campione della Ferrari | Lacrime a non finire, nessuno è riuscito a farci nulla

Un pilota che ha scritto la storia della Ferrari e amatissimo da colleghi e addetti ai lavori ha chiuso la sua carriera in Formula Uno. Trattenere le lacrime è stato praticamente impossibile.

In casa Ferrari il titolo in Formula Uno manca dal 2007, anno in cui a laurearsi campione del mondo è stato Kimi Raikkonen, da allora sono diversi i piloti che si sono succeduti al volante della monoposto e che hanno saputo conquistare i tifosi. Proprio per questo è stato inevitabile sciogliersi in lacrime nel momento in cui un grande ex ha deciso di appendere il casco al chiodo. Pur senza conquistare il titolo, lui ha saputo farsi amare da tutto il paddock.

Lacrime per l’addio del campione Ferrari – Foto | Sky Canva

Chi ha avuto modo di conoscerlo da vicino ha potuto apprezzarne la spontaneità, caratteristica che non è sempre facile ritrovare in chi ha conosciuto il successo come lui. Ed è per questo che la sua assenza si farà sentire in modo pesante.

Tanta commozione per l’addio di un pilota Ferrari amatissimo

Il 2022 è destinato a essere ricordato come l’anno in cui Max Verstappen ha conquistato il titolo per la seconda volta consecutiva, ma non solo. Ad Abu Dhabi si è chiusa la carriera di un altro pilota che ha scritto la storia del Circus e che è stato campione del mondo per quattro volte: Sebastian Vettel.

Il tedesco ha avuto anche la possibilità di gareggiare con la Ferrari, che aveva deciso di puntare su di lui sperando di porre fine a un digiuno di vittorie che guidava da troppo tempo. L’obiettivo non è stato raggiunto, ma lui è riuscito comunque a conquistare l’ambiente di Maranello, nonostante un addio non senza polemiche nel momento in cui la “Rossa” ha deciso di puntare forte su Charles Leclerc.

Il suo approdo successivo all’Aston Martin è stato meno soddisfacente del previsto ed è anche per questo che lui ha preso atto di non riuscire più a competere ad alti livelli: appendere il casco al chiodo è stata quindi la naturale conseguenza di quanto maturato nella sua testa.

Un’assenza che si farà sentire

Tra pochi mesi non appena partirà la stagione 2023 di Formula Uno sarà impossibile non notare l’assenza di Vettel nei box. Uno come lui, infatti, si è dimostrato sempre uno dei più caparbi in pista, pur rispettando gli avversari.

Ed è per questo che chi ha avuto modo di lavorare al suo fianco non ha potuto non evitare commuoversi. E’ il caso di Federica Masolin, inviata Sky che domenica era presente ad Abu Dhabi e che è scoppiata in lacrime non appena ha avuto la possibilità di intervistarlo.

Il tedesco stava rispondendo alle domande della collega Mara Sangiorgio, che ha poi passato la palla a Federica, ma per lei trattenere il groppo che aveva in gola è stato impossibile. Lei ha così chiesto il sostegno ai colleghi (“Dite qualcosa, aiutatemi però“, ha detto), ma nessuno lo ha fatto, al punto tale che il silenzio che si è creato è stato quasi surreale. Anzi, Davide Valsecchi che era con lei è addirittura scoppiato a ridere.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sky Sport F1 (@skysportf1)

A unirsi alla commozione di Federica ci ha pensato il telecronista Carlo Vanzini, che ha provato comunque a stemperare la tensione che si respirava in quel momento: “Anche a noi è entrato un Vettel nell’occhio“, ha detto con un tono leggermente ironico. Un’ulteriore conferma, se mai ce ne fosse bisogno di quanto Seb si sia fatto amare da tutti in questi anni trascorsi in pista e di come non sia semplice raccogliere la sua eredità.