Avere una patata in macchina ti svolta la vita: ecco perché lo stanno facendo tutti

In alcune auto possiamo trovare gli oggetti più disparati, ma sta diventando un fenomeno sempre più comune quello di trovare una patata all’interno dell’abitacolo. In realtà la presenza del noto tubero ha una motivazione ben precisa che molti di voi sicuramente non sanno.

I rimedi della nonna sono sempre quelli più efficaci ed economici. Ad esempio, per chi soffre mal d’auto, viene indicato di masticare pezzi di zenzero candito prima e durante il viaggio, così da ridurre il senso di nausea. In alternativa si può sorseggiare prima della partenza un infuso allo zenzero con foglie di menta o, meglio ancora, preparare un fazzoletto profumato o un sacchettino con foglie di menta. Molto efficace risulta versare su un fazzoletto delle gocce di olio essenziale  di limone o di eucalipto da annusare ogni tanto durante il viaggio. Ma una patata in auto a cosa potrà mai servire?

Patate in auto ecco perché
Patate in auto ecco perché (mondofuoristrada.it)

I vetri appannati dell’auto

I vetri dell’auto completamente appannati sono un problema per tanti automobilisti, specie durante i mesi invernali e per chi parcheggia il veicolo in strada salendovi al mattino per andare al lavoro. A volte non basta accendere l’aria del riscaldamento per far sparire subito l’alone di appannamento che ostacola la visuale e impedisce di mettersi in moto. Anche durante l’estate può capitare che i vetri si appannino, ma in inverno è più difficile da risolvere in tempi rapidi e siamo quindi costretti ad attendere persino qualche minuto prima di intraprendere il viaggio. Oppure si interviene con lo straccio presente in auto, anche se lascerà degli aloni fastidiosi e il problema non si risolverà mai definitivamente, perché sarà una procedura da ripetere ogni volta che salirete in abitacolo.

Parabrezza auto (foto Ansa)
Parabrezza auto – Mondofuoristrada.it

La patata e altri rimedi utili

Per risolvere il problema alla radice basta tagliare mezza patata e passarla sui nostri finestrini nelle ore serali. Dopo un minuto occorrerà pulire i vetri con un foglio di giornale e l’amido creerà uno strato invisibile perfetto per evitare l’appannamento dei vetri. Ma esistono anche altri rimedi “naturali”: si può prendere un calzino pulito e riempirlo con lettiera per gatti in cristalli di silicio. Non resta che mettere calzini e lettiera esattamente sotto il sedile anteriore dell’auto. In questo modo al mattino non troveremo i vetri dell’auto appannati e potremo partire subito senza rischio di fare tardi sul lavoro. Infine, se i vetri si appannano durante la guida, basterà accendere l’apposito dispositivo di sbrinamento o far fuoriuscire aria calda sul parabrezza.