Auto ibride ed elettriche, se non hai un budget elevato queste fanno al caso tuo: qualità e affidabilità a prezzi competitivi

Se si desidera comprare un’auto nuova e indirizzarsi verso un modello a basse o a zero emissioni, ecco cosa scegliere senza spendere troppo.

Primo o poi arriva il momento in cui si deve cambiare macchina e se lo si considera un investimento a lungo termine, non si può non tenere conto delle normative ambientalistiche dettate dal Parlamento Europeo che entreranno in vigore dal 2035. Da quel momento non potranno più essere immatricolate auto a gasolio, ibride e a benzina normale, ma solo alimentate a e-fuel ed elettriche.

Nissan Qashqai 1.5 e-Power, costo
Nissan Qashqai 1.5 e-Power è un must have ibrido (Fonte: Nissan Press Media) – Mondofuoristrada.it

Mancando ancora dodici anni a quella data, l’ibrido resta una scelta valida da affiancare al 100% verde. La differenza tra le due tipologie di mezzo è abbastanza chiara e semplice. Se la seconda è solamente spinta da uno o più propulsori a batteria, nel primo caso questo si mescola al carburante classico.

Sui veicoli plug-in, full-hybrid o mild-hybrid, la componente elettrica si usa per tratti brevissimi, ad esempio in fase di parcheggio, di conseguenza non propone la problematica dell’autonomia, in quanto la rigenerazione dell’energia avviene perlopiù in frenata. All’opposto un full electric non solo dopo un tot di chilometri costringe alla sosta, ma questa può durare svariate ore.

Di conseguenza, è scontato che in fase di acquisto si debbano valutare le proprie esigenze personali.

Auto ibride ed elettriche, su quali puntare

Vediamo ora tre modelli interessanti e particolarmente facili da gestire. Partiamo dal Nissan Qashqai 1.5 e-Power. Si tratta di una vettura piuttosto intuitiva. I comandi sono elettronici e il selettore della marcia prevede soltanto lo spostamento avanti  o indietro della lea.

La posizione di guida può essere adattata ai propri bisogni grazie alle diverse regolazioni a disposizione. Tra i suoi vantaggi la grande silenziosità, simile a quella di un mezzo elettrico. Se si ha poca carica o si ha esigenza di maggior potenza, si attiva l’unità termica. L’accelerazione si distingue per la sua fluidità.  Il costo è di 35mila euro. I cavalli sono 190 cv e provengono dalle batterie.

L’ibrido e-Tech sviluppato da Renault oltre ad essere innovativo, è piuttosto conveniente sotto il profilo economico. Il cambio elettrificato regola l’energia prodotta dal propulsore termico, ovvero dalla parte più potente. Il sistema di avviamento Start & Stop è particolarmente avanzato. Le proposte del marchio sono la Twingo con prezzo a partire da 18mila euro, la Clio da 20mila euro, la Captur da 28mila, la Arkana da 32mila e la Austral da 38mila euro. 

Auto ibride migliori
Hyundai Ioniq tra le auto ibride più convenienti Fonte: Hyundai Press Media)) Mondofuoristrada.it

Infine chiudiamo con Hyundai. La Ioniq è davvero all’avanguardia e già riconosciuta a livello globale.  Tre le motorizzazioni fornite sin dal suo lancio sul mercato. La versione elettrica nuda e cruda, la ibrida plug-in e quella ibrida classica. Trattandosi di una berlina a coda tronca è perfetta per l’uso famigliare.

Giusta alla second generazione è stata protagonista di un ammodernamento sia sul fronte estetico, sia per gli interni. Nello specifico sono stati ritoccati il paraurti e la calandra, oltre ai gruppi ottici, ora forniti di tecnologia LED sia all’anteriore, sia al posteriore. Sotto il profilo tecnico, invece non sono stati apportati molti cambiamenti, o comunque non significativi. Per averla bisogna spendere almeno 46.750 euro.

Impostazioni privacy