Doccia fredda per i motociclisti BMW: questi i modelli costretti a tornare in fabbrica

Brutto momento per la BMW, con il colosso tedesco che ha dovuto richiamare una serie di motociclette per alcuni problemi.

La Germania è sempre stato un faro trainante del mercato automobilistico in tutto il mondo, con la BMW che è uno dei suoi fiori all’occhiello. La casa di Monaco di Baviera nel corso degli anni ha dimostrato di poter essere in grado di imporsi anche nel mondo delle motociclette.

Doccia fredda per BMW
Questi modelli di BMW sono stati richiamati – mondofuoristrada.it

Sono pochissime infatti le aziende che hanno dimostrato negli anni di saper produrre nel migliore dei modi non soltanto le quattro, ma anche le due ruote. Per questo motivo non deve sorprendere che la BMW ha deciso di entrare anche nella SBK.

In Superbike, la casa tedesca ha investito davvero tanti soldi in modo tale da poter essere competitiva, ma a quanto pare al momento non basta. Avere nel Team Scott Redding e Michael Van der Mark, quest’ultimo ancora infortunato dopo la brutta caduta di Assen, non sono serviti per ottenere grandi risultati.

Gli investimenti proseguono però per il 2024, perché la BMW ha piazzato il colpo d’oro del motociclismo con l’acquisto di Toprak Razgatlioglu. Il turco ha lasciato tutti a bocca aperta quando ha annunciato di lasciare la Yamaha per il colosso tedesco, ma per lui sarà una sfida interessante.

Tutto dunque sta procedendo secondo i piani, ma le moto di serie stanno avendo dei problemi. Alcuni dei modelli maggiormente apprezzati infatti sono stati costretti di recente a essere richiamati dalla casa madre per subire una serie di manutenzione che portano così la BMW a subire un’inattesa battuta d’arresto.

BMW R 1250: i problemi delle moto

Sono arrivate moltissime mail da parte della BMW ai proprietari di ben cinque motociclette, tutte quante legate alla gamma “R 1250“. Le moto coinvolte in questo maxi richiamo sono: la R 1250 GS, la R 1250 GS Adventure, la R 1250 RT, la R 1250 R e la R 1250 S.

BMW R 1250 GS, problemi per questo modello
BMW R 1250 GS, quali sono i suoi problemi – mondofuoristrada.it

Le moto che sono state prodotte tra il 2 e il 16 marzo 2023 infatti hanno mostrato alcuni difetti che non potevano di certo essere tollerati dalla BMW. Si tratta infatti di una perdita di liquido dal tubo del carburante.

Un problema decisamente molto consistente, soprattutto considerando come il prezzo di benzina e diesel sia sempre più alto. Già dal 29 marzo c’erano già state i primi segnali di un possibile richiamo da parte della BMW per questi modelli che non erano stati perfezionati a dovere.

Per fortuna i clienti possono stare tranquilli, infatti la BMW si farà carico delle spese e soprattutto ci metterà davvero molto poco per poter riparare il danno. La casa tedesca infatti darà modo a un tecnico di poter sostituire questo tubo con uno più funzionale e così in pochissimi minuti il gioco è fatto.

Si tratta dunque più di una piccola “scocciatura” per il cliente, ma la BMW si è dimostrata ancora una volta molto attenta nel garantire il miglior servizio possibile. Queste moto sono tra le più eleganti e potenti della gamma, dunque non potevano essere lasciate con questo difetto di fabbrica.

Impostazioni privacy