Tesla, i clienti sono sul piede di guerra: la novità cambierà decisamente tutto

La Tesla ha preso una decisione che rischia di cambiare i piani della clientela. Ecco cosa è accaduto e quali sono gli effetti.

Crisi nera per il marchio Tesla negli ultimi periodi, ed ora c’è realmente la necessità di correre ai ripari. Come potrete vedere dalle prossime righe, le cose non miglioreranno di certo con il nuovo taglio di costi previsto dalla compagnia di Elon Musk, che con la sua ultima decisione rischia di peggiorare ulteriormente una situazione già allarmante.

Tesla ed una scelta difficile (Pixabay)
Tesla ha preso una decisione (Pixabay) – Mondofuoristrada.it

Di recente, si era optato per un taglio dei costi, con la Model 3, ovvero la meno costosa e più venduta Tesla di tutta la gamma, che grazie agli incentivi in Italia può scendere anche sotto la soglia dei 40 mila euro. Tuttavia, per i due modelli più costosi è ora arrivata una stangata, che farà discutere e non poco nei prossimi mesi.

Tesla, altra scelta che fa molto discutere

In casa Tesla non c’è un’ottima organizzazione sul fronte del marketing e delle vendite, e questa è una delle motivazioni per le quali gli ultimi anni hanno condotto ad un netto calo sul fronte delle sopracitate vendite. Infatti, per la compagnia di Elon Musk, dopo il boom iniziale si vive un periodo di forte crisi, ed ora c’è anche un altro guaio da affrontare.

Tesla e la decisione difficile (Pixabay)
Tesla fa infuriare tutti (Pixabay) – Mondofuoristrada.it

Come ben sappiamo, nei paesi anglo-sassoni si è soliti guidare a destra, anche per una diversa conformazione delle strade, ma il marchio statunitense, che produce solo auto elettriche, ha ora comunicato un cambio di rotta che non farà felice la clientela. Infatti, è stato deciso che il Suv Model X e la supercar della gamma, vale a dire la costosissima Model S, verranno realizzate e consegnate solo con guida a sinistra sia per il Giappone che per il Regno Unito, dopo che la stessa decisione era stata presa anche per Australia e Nuova Zelanda.

La decisione della Tesla è stata a dir poco clamorosa, e presa anche nei tempi errati. Infatti, per questi modelli, c’è gente che sta attendendo da oltre due anni vista la lunga lista d’attesa, e solo ora gli è stato detto che non la riceveranno con la posizione di guida da loro prediletta. In paesi come l’Australia, la Nuova Zelanda ed anche Hong Kong, che potrebbe essere la prossima vittima di tale decisione, ci sono in vigore normative stradali che vietano di guidare a sinistra.

Il motivo di questa scelta da parte del marchio di Musk sta nelle scarse vendite, e la guida a destra, che implica un maggior costo di produzione, è stata tagliata per cercare un maggior risparmio. Insomma, una situazione che farà infuriare la clientela, che praticamente, in molti paesi, si ritroverà ad avere un’auto che non potrà guidare per via delle vigenti leggi del proprio stato.

La Model X e la Model S, essendo i modelli più costosi, sono anche quelli che sono più in crisi, visto che il loro prezzo d’acquisto supera e di gran lunga i 100 mila dollari. C’è già chi parla di uscita dal mercato di queste due vetture, ma dal marchio Usa arrivano rassicurazioni. Tutto dipenderà dal futuro e dallo sperato aumento delle vendite, ma con queste premesse c’è poco da stare tranquilli.