Samsung, non solo smartphone: la prima supercar del marchio è impressionante

Quando sei una multinazionale che fattura miliardi di Dollari ogni anno non ti servono tante risorse per lanciarti nel mondo delle automobili sportive. Lo ha fatto anche Samsung, il risultato è davvero interessante.

L’eterna sfida tra Samsung e Apple, due delle principali ditte produttrici di smartphone e sistemi tecnologici del mondo che fatturano cifre difficili anche da immaginare razionalmente per una sola persona, potrebbe essersi risolta in favore della multinazionale coreana. Che ci risulti, la Apple non ha mai prodotto una supercar mentre il brand cinese…diciamo che ha una certa esperienza.

Supercar Canva 21_01_2023 MondoFuoristrada
Dai telefoni alle vetture è un attimo (MondoFuoristrada.it)

Un progetto ambizioso 

Pochi lo sanno ma Samsung, oggi famosa soprattutto per la produzione di smartphone che sono tra i suoi prodotti più forti sul mercato internazionale, un tempo ha provato davvero ad inserirsi nel mercato delle automobili. Pensate che negli anni novanta, la grande ditta che fattura miliardi ogni anno fece una cospicua offerta alla Kia per acquistare gran parte delle sue azioni, una transazione che non andò in porto mantenendo il marchio coreano indipendente dalla multinazionale.

Dopo questa fallita opera di mercato uno dei dirigenti della ditta del periodo, Lee Kun-Hee, ebbe un’idea migliore: se le altre case coreane non volevano essere acquistate dalla Samsung allora la casa produttrice avrebbe costruito da sola la sua prima vettura. E non sarebbe stata un’automobile qualunque ma una supercar da sballo capace di competere con le migliori del periodo.

Samsung Web Source 21_01_2023 MondoFuoristrada
Le foto provano che è esistita davvero (MondoFuoristrada.it)

Collaborazione fruttuosa

Ovviamente, non avendo nessuna esperienza precedente nel mondo delle quattro ruote come casa produttrice, la Samsung non partì proprio da zero. Per costruire la Samsung SSC-1 il grande colosso dei cellulari si appoggiò ad un’altra azienda molto grande ed importante, la Nissan che avrebbe fornito molti componenti tra cui i fanali frontali della vettura ed il motore V6 da 2,5 litri e 190 cavalli di potenza impiegato per consentire all’automobile di muoversi.

La vettura esteticamente parlando era perfettamente in linea con i canoni stilistici dell’epoca con una linea filante e spigolosa che frontalmente ricordava un po’ alcune Nissan ma anche vagamente la Fiat Coupé prodotta dal 1994. Il progetto prese lentamente vita finché al Seoul Motor Show in cui Samsung giocava palesemente in casa, il prototipo non venne presentato ufficialmente la pubblico.

Meglio gli smartphone

L’automobile non attirò molto interesse nel resto del mondo ma allo show venne fotografata e vista da moltissime persone, interessate al progetto che sembrava in grado di proiettare Samsung anche in uno dei pochissimi settori che non aveva ancora colonizzato con i suoi prodotti. Possiamo dire che la vettura, almeno dalle specifiche pervenute ai giorni nostri, era un prodotto valido e potenzialmente di successo. Allora perchè non venne prodotta in serie?

SSC1 Web Source 21_01_2023 MondoFuoristrada
La Samsung SSC-1 sarebbe rimasta un sogno (MondoFuoristrada.it)

Il prototipo sarebbe stato esposto ancora a Busan nel 2001 prima di sparire dalla circolazione – secondo alcuni – dopo che erano state costruite in totale 5 macchine come prototipi di pre-produzione e alla fine, la SSC-1 non prese mai vita ne venne venduta ufficialmente sul mercato coreano o internazionale, un vero peccato per gli appassionati che l’avrebbero guidata volentieri.

A tirarsi indietro dal progetto fu la Samsung stessa dopo che diversi dirigenti dell’azienda espressero perplessità sul successo della supercar: pochi di loro pensavano davvero che la SSC-1 avrebbe potuto in qualche modo insidiare la concorrenza fatta da Porsche, Ferrari e Lamborghini in un periodo storico molto complicato per introdurre una supercar sul mercato. In poche parole, si diedero la zappa sui piedi da soli.