F1, subito bocciatura per Vasseur: “Così la Ferrari è più debole”

Arrivano subito dichiarazioni di bocciatura per Frederic Vasseur, ovvero per il nuovo team principal della Ferrari che è stato annunciato nel suo nuovissimo incarico da pochi giorni.

La Ferrari è già con gli occhi puntati sulla nuova stagione di Formula 1. Dopo la delusione dell’ultima annata, che ha visto Charles Leclerc soccombere nel duello con Max Verstappen della Red Bull, servirà una svolta.

Vasseur bocciatura
Frederic Vasseur – Mondofuoristrada.it

La prima mossa effettuata dalla scuderia italiana è stata quella di mettere alla porta Mattia Binotto. Il team principal è stato considerato all’unanimità il colpevole numero uno della stagione sventurata, soprattutto per diversi errori di valutazione e di strategia in gara.

Al suo posto è già arrivato un nuovo dirigente capo. Il francese Frederic Vasseur pochi giorni fa è stato annunciato come futuro team principal Ferrari, a partire dalla stagione 2023. L’ingegnere lascerà l’Alfa Romeo per trasferirsi nella più storica e prestigiosa scuderia di Maranello.

Helmut Marko durissimo con la scelta Ferrari

Un cambio strategico che però non tutti hanno accolto con gioia e positività. Come ad esempio il rivale Helmut Marko, ex pilota tedesco che da anni è consulente e consigliere all’interno della Red Bull.

Interpellato dal magazine Auto, Motor und Sport ha letteralmente bocciato la scelta Ferrari di puntare su Vasseur, difendendo in qualche modo il collega Mattia Binotto. A suo dire messo alla berlina in maniera sbagliata e troppo frettolosa.

Ferrari Binotto
Binotto pensieroso nel box Ferrari – Mondofuoristrada.it

“Nel caso della Ferrari, non capisco bene il cambiamento, considero Binotto un ottimo tecnico e politico. Era semplicemente sopraffatto dal suo compito. Ma sarebbe bastato dotarlo di un direttore sportivo che lo affiancasse in pista e con la strategia. L’arrivo di uomo nuovo, che ha tanti altri incarichi, lo vedo come un indebolimento per la Ferrari“.

Marko dunque non pensa che la presenza di Binotto fosse un difetto per la Ferrari. Bensì la strategia migliore sarebbe stata quella di mantenere come team principal l’ingegnere di Losanna e piazzargli accanto una figura che si occupasse più della parte sportivo-strategica.

Il consigliere Red Bull boccia la Ferrari anche nella corsa al prossimo titolo piloti e costruttori: Chi temo di più tra Ferrari e Mercedes? Sicuramente MercedesSono la squadra più stabile e hanno Hamilton. Anche se potrebbe essere in calo quest’anno. I suoi tempi sul giro hanno ripetutamente dimostrato che è un pilota di vertice. In più hanno un pacchetto molto più forte della Ferrari”.