Il “tagliando” di questa vecchia Ferrari è impressionante | Una “sistematina” che costa quanto casa tua

Un raro esemplare di Ferrari è stato messo all’asta dalla nota casa Sotheby’s, ma dietro questa supercar si nasconde una storia quasi surreale che ne accresce ulteriormente il fascino e quindi anche il suo valore.

Si tratta di una Ferrari Testarossa Spider “Special Production” di Pininfarina ed è appartenuta al Sultano del Brunei. Ancora una volta questi gioielli del Cavallino Rampante arrivano dai ricchi paesi petroliferi del Medio Oriente, che solitamente comprano delle lussuose supercar per una mera questione di collezionismo e prestigio, come punte di diamante di una vita sfarzosa. Un modo per dimostrare il proprio potere, anche se bisogna dire che negli ultimi decenni la passione motoristica è notevolmente scresciuta in questi territori che si rivelano mercati emergenti e vitali per l’industria del lusso.

Ferrari Testarossa Pininfarina Spider ‘Special Production’(foto RM Sotheby's)
Ferrari Testarossa Pininfarina Spider ‘Special Production’(foto RM Sotheby’s)

Il restyling della Ferrari Testarossa Spider

Secondo le prime informazioni il Sultano del Brunei chiese addirittura sette esemplari di questa Ferrari Testarossa. L’esemplare che viene messo all’asta non ha mai ricevuto l’immatricolazione per l’uso su strada ed ha percorso appena 413 km. Il tempo non ha scalfito il suo fascino, anche se di recente ha subito qualche piccolo ritocco di manutenzione e restyling degli interni, con una rivisitazione del dispositivo di apertura e chiusura oltre a ricevere una verniciatura completa, per una spesa complessiva di 100mila euro.

Inoltre è passata anche per l’officina specializzata della Carrozzeria Zanasi per un lavoro completo sulla meccanica. Un’officina che rappresenta il punto di riferimento per le supercar di Maranello e per la stessa azienda Ferrari, che qui si rivolge per la finitura e la verniciatura dei suoi capolavori a quattro ruote. Oltre a questo restauro è stata installata una nuova frizione e una pompa del carburante, con i tecnici che hanno lavorato a pieno regime per smontare, pulire e ripristinare il motore e le sospensioni, al fine di renderla omologabile su strada ed al passo con i tempi.

Ferrari Testarossa Pininfarina Spider ‘Special Production’(foto RM Sotheby's)
Ferrari Testarossa Pininfarina Spider ‘Special Production’(foto RM Sotheby’s)

Base d’asta milionaria

Adesso è pronta per essere messa all’asta e trovare un nuovo proprietario. La principale caratteristica di questa Ferrari Testarossa “Special Production” di Pininfarina è che non risulta mai ufficialmente uscita dalle scuderie di Maranello, in quanto non esiste un esemplare simile senza tetto. La casa d’aste inglese Sotheby’s prevede una base d’asta che ammonta ad almeno 1,6 milioni di euro, anche se secondo gli esperti il valore potrebbe raggiungere una cifra superlativa pari a 2 milioni di euro. Per qualunque collezionista rappresenta un pezzo unico e raro da aggiungere alla propria collezione o magari esporre in qualche museo dell’auto.