Autovelox, arriva la mazzata tanto temuta: cambia tutto per gli automobilisti

Autovelox, arriva la mazzata tanto temuta: cambia tutto per gli automobilisti a partire già da queste ore. 

Da quando esistono, gli autovelox sono delle vere e proprie spine nel fianco per ogni automobilista. Infatti questi apparecchi vietano di superare determinati limiti di velocità consentendo una circolazione sicura sulle nostre strade. Spesso però la loro installazione è stato oggetto di polemiche da parte degli automobilisti.

autovelox
Autovelox (AnsaFoto)

E’ capitato infatti e non di rado che la presenza degli autovelox in determinati tratti stradali si sia rivelata non conforme e non perfettamente in regola. Per esempio l’assenza di cartelli di avvertimento nei confronti degli automobilisti è stata oggetto di ricorsi da parte dei cittadini che avevano poi ricevuto la multa per eccesso di velocità.

Le regole del codice della strada del resto descrivono nei dettagli tutte le disposizioni da seguire per filo e per segno, sia da parte degli automobilisti che da parte delle forze dell’ordine che sono obbligate a farle rispettare.

Tanto per dirne una: sappiamo ad esempio che sulle strade comunali è possibile installare apparecchi fissi, senza la presenza di un agente che contesti in loco la violazione commessa, purché lo strumento sia ben visibile e segnalato da cartelli posti ad almeno 80 metri di distanza. E a volta l’assenza di questi cartelli ha indotto automobilisti e autotrasportatori a contestare le multe ricevute per eccesso di velocità: molti di questi ricorsi sono stati in effetti accolti.

Autovelox, cosa cambierà nei prossimi giorni

E sempre a proposito delle regole attualmente in vigore, alcune di esse prescrivono anche l’obbligo da parte dei comuni di chiedere autorizzazione al prefetto per l’installazione di autovelox anche sulle strade extraurbane, escluse superstrade e autostrade, dove viene constatata l’effettiva pericolosità del tratto da percorrere.

autovelox
Autovelox (AnsaFoto)

I cartelli inoltre possono essere posizionati sia a destra che a sinistra della carreggiata ad almeno 150 metri di distanza dall’apparecchio e a un chilometro dal cartello con l’indicazione del nuovo limite di velocità.

Ma alcune nuove disposizioni sono state inserite a partire dalla seconda metà di novembre. Si tratta di regole che tutti gli automobilisti saranno chiamati prima o poi a conoscere e ad approfondire.

Autovelox, arrivano le nuove disposizioni

E dunque la notizia spiacevole per gli automobilisti ci arriva dalla provincia di Treviso dove a partire da martedì 15 novembre sono state inserite le nuove disposizioni per quanto riguarda alcuni tratti di strada. Vediamo insieme di cosa si tratta in particolare.

Sul tratto di strada della Treviso-mare verrà installato un autovelox fisso che sarà attivo a partire da martedì ventiquattr’ore su ventiquattro. Il nuovo apparecchio costringerà gli automobilisti a rispettare tassativamente il limite imposto di 70 km/h sul tratto di strada regionale in direzione di Treviso, pena multe salatissime.

autovelox
Autovelox (AnsaFoto)

Le nuove regole sono già attive da qualche giorno ma le sanzioni non partiranno prima della mezzanotte di martedì. Questo nuovo autovelox fisso verrà molto presto installato in altre parti d’Italia, fino a coprire quasi certamente l’intero territorio nazionale. Un sistema che obbligherà tutti gli automobilisti a non esagerare mai con il piede sull’acceleratore: i limiti di velocità andranno rispettati tassativamente.